architettura

École à Selembao

anno: 2016 (in corso)
luogo: Kinshasa, Selembao
committente: ong EnClasse
superficie: 360 mq

Una piccola scuola ad ampliamento di un complesso appena rinnovato dalla stessa Ong: otto aule e un piccolo ufficio.
Si tratta di uno di quei casi che alimentano una riflessione, che forse svilupperò altrove, sul significato di progettazione sostenibile. Continue reading

Kinshasa city check in

anno: 2015/2016
luogo: Kinshasa (République Démocratique du Congo)
commitente: privato
superficie: 300 mq
con: Axcess Congo

Progetto di realizzazione del city check in per una nota compagnia aerea in luogo di un complesso di piccoli bungalow, ormai in disuso da tempo e in avanzato stato di degrado.
Una prima ipotesi ha preso in considerazione la possibilità di recupero e ampliamento delle strutture preesistenti, ma l’adeguamento s’è dimostrato di difficile realizzazione Continue reading

Una casa a Milano

anno: 2014/2015
luogo: Milano
committente: privato
superficie: 120 mq

Una tipica casa milanese di inizio Novecento: un lungo corridoio su cui si affacciano porta dopo porta i locali d’uso.
Le modifiche planimetriche hanno riguardato soprattutto la zona di servizio, con la riorganizzazione dei due bagni e l’ampliamento della cucina.
Lo spigolo della cucina sul locale d’ingresso è stato arrotondato: sull’ingresso invita verso il resto della casa e contribuisce alla percezione di un ambiente spazioso, nonostante il rimpicciolimento dovuto all’ampliamento della cucina; sulla cucina la concavità contribuisce a un senso d’intimità.
Un vetro acidato in corrispondenza della finestra della cucina illumina l’ingresso di luce naturale.
Il colore su alcune singole pareti completa l’intervento attribuendo carattere agli ambienti: blu pavone sul soffitto dell’ingresso; grigio-verde per la parete di fondo del soggiorno; verde mela per una parete della camera dei bambini.

Da studio ad abitazione

anno: 2012
luogo: Milano
committente: privato
superficie: 68 mq

Da studio di architettura ad appartamento d’abitazione.
Il progetto ha comportato poche modifiche sostanziali: l’aggiunta di un ripostiglio-lavanderia in ingresso a formare il necessario disimpegno per la zona notte e il rifacimento del bagno.
Per il resto l’intervento si è concentrato sul raccordo tra il recupero dello stato originario dell’appartamento (l’edificio di cui è parte è stato realizzato nel 1962, pare su progetto dell’architetto Luigi Mattioni, uno dei più prolifici progettisti milanesi del secondo dopoguerra) Continue reading

il Transatlantico

Via Ciceri Visconti 4, Milano
Ormai da più di un decennio abito qui, in un bel edificio anni ’30, purtroppo ultimamente un po’ maltrattato dalla padrona di casa.
Alcuni dicono che questa casa sia stata progettata da Arrigo Arrighetti, architetto milanese a lungo a capo dell’ufficio tecnico della città; a lui si devono molti edifici pubblici, per citarne alcuni tra i più noti: la biblioteca Sormani, la stazione dell’ATM in piazzale Biancamano (oggi bar alla moda), la piscina nel parco Solari.
Continue reading

Dal mio punto di vista #2 | In casa nostra

Viviamo in una grande casa con piscina, fornita dalla Delegazione della Commissione Europea per cui Marco lavora. Molte stanze combinate con un gusto un po’ pacchiano e austero. Su tutto incombono i legni rossicci dei mobili e dei soffitti a cassettoni; legni locali molto belli, soprattutto teak, usati però in modo massiccio e spesso superfluo (il pezzo migliore sono decisamente i “troni” – vedi foto -, in versione sedia o dondolo, disseminati un po’ per tutta la casa).
Continue reading

Casa da musicista

anno: 2007
luogo: Milano
committente: privato
superficie: 48 mq

A Milano vicino ai navigli, la piccola casa di un cantautore, piena di libri, dischi e fumetti.
Chi la abita ha voluto mantenere 3 ambienti distinti, migliorandone la frubilità rispetto agli usi e ridistribuendone di conseguenza gli spazi. Così, con lo spostamento del bagno nella parte centrale del piccolo appartamento, la cucina diventa un vero ambiente giorno, che può ospitare un tavolo da pranzo e un’intera parete a libreria, una delle due camere viene rimpicciolita come semplice zona notte, mentre l’altra viene organizzata come soggiorno/stanza della musica.

Appartamento a Segrate

anno: 2009/2010
luogo: Segrate (Milano)
committente: privato
superficie: 85 mq

Alle porte di Milano. Poche modifiche per rendere accogliente una casa un po’ datata.
Il progetto ha previsto l’apertura di una grande finestra tra cucina e soggiorno, l’eliminazione della porta del soggiorno, con apertura del vano fino al soffitto, l’ampliamento dell’ingresso, con una leggera inclinazione della parete di fondo in forma di “invito” verso il soggiorno, e il rifacimento dei pavimenti e dei bagni, in particolare del bagno di servizio, organizzato al posto della piccola lavanderia esistente. I colori caldi sulle pareti arredano e identificano i diversi ambienti.

Nel centro di Milano

anno: 2010
luogo: Milano
committente: privato
superficie: 60 mq

L’appartamento, ricavato dalla ristrutturazione di un vecchio edificio racchiuso tra il tessuto compatto del pieno centro di Milano, è stato organizzato come bilocale, valorizzandone la forma lunga e stretta e l’unico affaccio.
Le stanze si affacciano su un lungo corridoio / biblioteca, che attraversa tutti gli ambienti, dall’ingresso alla camera da letto, attrezzato come spazio abitabile, oltre che come zona di passaggio.