bangui

La casa marrone

Avenue Nasser 292, Bangui
Dalla fine di ottobre 2012 alla fine di marzo 2013 abbiamo vissuto qui. Spero di poter tornare presto in questa casa polverosa che stavo facendo un po’ mia.
La nostra casa di Bangui, curioso compromesso tra lusso ed arte di arrangiarsi, è un ottimo esempio di alcuni modi di pensare e di fare centrafricani.

Continue reading

Peca, de Zéro à Cinq

lungo l’Avenue Boganda, Bangui
A Bangui molte località sono indicate con un nome che misura la distanza da un centro convenzionale, il peca Zéro, ovvero, appunto, il chilometro zero. Da questo centro eccentrico, tutto sbilanciato sulla punta orientale, comincia formalmente la città, con una raggiera di vie che si aprono verso nord ovest. La principale è l’Avenue Boganda, un’ampia pista trafficata e in buona parte sterrata che attraversa in diagonale tutta la città. Questa strada prende nome dal primo presidente della Repubblica Centrafricana indipendente (1959), Barthélemy Boganda, e si apre, sulla rotonda del peca Zéro, con un portale bianco bordato di verde che riporta il principale motto dell’uomo politico “zo kwe zo”, che in lingua sango significa letteralmente “gli uomini sono uomini”, ovvero “ogni essere umano ha ugual valore”.
Continue reading

Boy-Rabe

Mentre festeggiavamo il compleanno di Olivia al parco Sempione a Boy-Rabe, il quartiere dove abita il giardiniere Fulbert, sono scoppiati violenti scontri. Si parla di una ventina di morti civili.
Boy-Rabe è considerato un quartiere pro-Bozizé, forse solo perché lì pare abitasse parte della famiglia dell’ex presidente centrafricano.
Continue reading