Da studio ad abitazione

anno: 2012
luogo: Milano
committente: privato
superficie: 68 mq

Da studio di architettura ad appartamento d’abitazione.
Il progetto ha comportato poche modifiche sostanziali: l’aggiunta di un ripostiglio-lavanderia in ingresso a formare il necessario disimpegno per la zona notte e il rifacimento del bagno.
Per il resto l’intervento si è concentrato sul raccordo tra il recupero dello stato originario dell’appartamento (l’edificio di cui è parte è stato realizzato nel 1962, pare su progetto dell’architetto Luigi Mattioni, uno dei più prolifici progettisti milanesi del secondo dopoguerra) e le nuove esigenze: sono stati recuperati gli originari pavimenti in graniglia di diversi colori e in legno a lisca di pesce, rifinendoli con un battiscopa bianco neutro; sono state mantenute le porte originali (con la colorazione delle specchiature in diverse tonalità di verde derivata dal precedente uso come studio), affiancandole a tre semplici porte scorrevoli bianche; è stato ricavato un controsoffitto con ripostiglio aereo sul disimpegno.
Il colore su alcune pareti accompagna la disposizione dell’arredo nel rendere accogliente la “nuova” casa.

Lascia un commento